Iscriviti alla newsletter per ricevere uno sconto del 4%!

Iscriviti alla newsletter per ricevere uno sconto del 4%!

Quali sono le vitamine per il sistema immunitario?

Quali sono le vitamine per il sistema immunitario?

Guida che chiarifica i dubbi dei pazienti

Quali sono le vitamine che rinforzano il sistema immunitario? Vediamo insieme quali utilizzare ed il modo corretto di assumerle

28/12/2020 18:39:00 | Quellidellafarmacia

Una delle domande più gettonate al banco era proprio: "Dottore, quali sono le vitamine per il sistema immunitario?"

Quali domande rivolgere al paziente? Quale tipo di "intervista" mi avrebbe aiutato a capire di cosa lui avesse bisogno. Negli anni anni ho imparato che Il paziente o è troppo zelante o di contro si trascura. Vediamo insieme attraverso le domande che rivolgevo quali possano essere le vitamine o gli integratori migliori per il sistema immunitario o semplicemente i più utili al caso.

Generalità sulle difese immunitarie

Con questo post vogliamo fornire delle risposte chiare e semplici alle domande più gettonate in farmacia sul sistema immunitario. Compito del farmacista digitale è quello di fare in modo che possiate trovare questo "prontuario" online e sentirvi padroni di poter scegliere in autonomia: quali integratori utilizzare ma soprattutto valutare se effettivamente vi sia la necessità di farlo. 

Le difese immunitarie calano in queste condizioni:

  • stress,
  • cure antibiotiche,
  • condizioni patologiche,
  • cambio di stagione,
  • alimentazione scorretta,
  • sonno non regolare.

In tutte queste  circostanze il nostro sistema immunitario abbassa la guardia e noi siamo più suscettibili all'attacco di patogeni quali virus, batteri , funghi. Per citare i più conosciuti.

Come rafforzare le difese immunitarie

Sicuramente adottando uno stile di vita sano. Non sottovalutare questo aspetto è il primo passo verso la buona riuscita di qualsiasi terapia. Informare sempre il farmacista di qualsiasi cambiamento nello stile di vita ci abbia coinvolto. E non perché il farmacista voglia sapere i fatti vostri e farne del gossip. Spesso da pazienti sottovalutiamo degli eventi che in realtà nel consiglio hanno molta importanza. Ad esempio si dà scarsa importanza ad una terapia che si sta facendo, ad una dieta che si sta seguendo o all'incidenza che molte patologie hanno sul rendimento del proprio sistema immunitario.

Premesso ciò, quali sono le vitamine per il sistema immunitario? Ne abbiamo di diversi tipi. Ricordiamo che in linea generale le vitamine sono degli antiossidanti. Quindi se non abbiamo un bel niente da ossidare, ovvero se la nostra condizione è di un perfetto stato di salute, l'uso di un integratore multivitaminico è controproducente. Non avendo radicali liberi da attaccare, l'azione antiossidante si volgerebbe contro le nostre cellule. Quindi vediamo le giuste integrazioni da attuare.

Le vitamine del gruppo B ed il sistema immunitario

Questo gruppo di vitamine assolve ad un importante compito: sostenere il sistema nervoso e tutte le funzioni ad esso connesse, stress innanzitutto. Sono contenute in alimenti come la carne e quindi adatti a chi mangia poche proteine. Le vitamine B si prendono in caso di:

  • Calo di concentrazione
  • Alterazione del sonno
  • Astenia
  • Diminuzione dell'appetito
  • Afte

Nel caso delle afte anche associate a fermenti lattici.

Multivitaminici: quando sceglierli

I multivitaminici e multimineralici sono indicati nei casi di ridotto apporto dei nutrienti essenziali contenuti in frutta e verdura laddove la sola alimentazione non sia sufficiente. L'astenia, in questo caso, la stanchezza non è tanto legata al sistema nervoso ma proprio ad una mancanza energetica che, oltre da un'alimentazione incompleta, può essere legata anche ad una attività sportiva intensa.

Cardiotonici ed immuno-modulanti

Spesso sono degli integratori che associano alle vitamine classiche delle sostanze ad azioni specifiche sul muscolo cardiaco. Ma sono integratori la cui scelta deve essere sempre ponderata con il medico. Difatti spesso si sottovaluta il potere fitoterapico solo perché derivante da una pianta, dalla natura. Ma non dobbiamo dimenticare che la natura è stata la nostra prima fornitrice di medicinali, l'uomo ha copiato, riprodotto in laboratorio una chimica già pensata.

Quindi non sceglierli con leggerezza e soprattutto senza il consiglio del medico o del farmacista. Ricordo benissimo che un signore venne lamentando grande affanno e stanchezza e scoprimmo insieme che stava prendendo delle gocce rilassanti naturali che però contenevano Biancospino. Il Biancospino abbassa la frequenza cardiaca e per questo agisce secondariamente calmando il paziente. Ma è severamente vietato a chi fa uso di framaci antiaritmici.
Un esempio di integratore multivitaminico che associa principi attivi per dare supporto all'attività cardiaca è il multicentrum cardio. Difatti gli steroli vegetali in esso contenuti aiutano a mantenere bassi i livelli di colesterolo. Ma è chiaro che entriamo nel merito di un bisogno specifico che va specificato dal medico in quanto non si rende necessario per tutti.

Difese immunitarie ed omeopatia

Il rimedio omeopatico segue delle regole totalmente diverse. Sappiamo tutti che l'omeopatia non cura il sintomo e che la sua azione curativa si esplica seguendo diversi principi, tra cui il più noto è il principio del "Similia similibus curentur". Ovvero la legge di similitudine. Per aumentare le difese immunitarie esistono i granuli di Oscillococcinum. Questo prodotto ha una duplice azione: preventiva e curativa. Cambiandone semplicemente la posologia si ottiene difatti o l'aumento delle difese immunitarie o la cura da uno stato influenzale.


Concludiamo sulle difese immunitarie

Abbiamo capito che il mercato offre una vastissima scelta vitamine per il sistema immunitario e di prodotti tra cui spesso è difficile scegliere quello giusto. Bisogna avere chiaro quale sia il nostro stato di salute, i cambiamenti che abbiamo apportato al nostro stile di vita e non tralasciare mai la possibilità che non vi sia bisogno di alcuna integrazione.

Riportare fedelmente al farmacista tutte le patologie da cui si è affetti e che non ci sembrano rilevanti è fondamentale per dare al vostro "angelo dietro al banco" la possibilità di consigliarvi al meglio. In caso di patologie gravi concomitanti, il mio invito è sempre stato quello di consultare il medico anche per una vitamina o un rimedio fitoterapico: tutto sembra innocuo ma se lo fosse non servirebbe il farmacista.

dr.ssa M. Rovere

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...